Itinerari di viaggio Marocco

Itinerario di viaggio: on the road in Marocco (pt 1)

on the road in marocco

Il viaggio in Marocco è stato inaspettato. Nonostante fosse sempre stato presente nella nostra lista dei desideri, a dir la verità non era in programma la scorsa estate. Ma complici le offerte che siamo riusciti a scovare e quella voglia irrefrenabile di conoscere una nuova cultura, ci siamo buttati. E non potevamo fare scelta migliore! Il nostro on the road in Marocco è durato 14 intensissimi giorni. Abbiamo visitato le antiche capitali imperiali, dormito in una tenda nel deserto, attraversato canyon e palmerais, dormito in una kasbah, assaporato l’aria dell’oceano e ammirato i colori mozzafiato della perla blu. Ma ciò che più ci è rimasto nel cuore sono state le persone. Estremamente gentili, cordiali e ospitali che hanno reso ancora più magico in nostro on the road in Marocco!

Leggi anche “Consigli per un viaggio in Marocco

Volo

  • Ryanair Pisa – Fes 22/08/2019 (€ 41,50)
  • Ryanair Valencia – Pisa 04/09/2019 (€ 42,00)

Spostamenti

  • Nave Inter Shipping Tangeri – Tarifa (€ 31,00)
  • Bus Tarifa – Algeciras (gratuito)

Autonoleggio

  • Ritirata a Fes il 24/08 e riconsegnata a Tangeri il 03/09 con AirCar (€ 270,00 con assicurazione completa)
  • Ritirata ad Algeciras il 03/09 e riconsegnata a Valencia il 04/09 (€ 160,00 con assicurazione completa)

Sistemazioni

  • Fes: Riad Sanaa Rose camera per 2 notti con colazione, 112 Derb Bennani Chrablyenne (€ 47,00)
  • Deserto: Merzouga Berber Camp tenda con bagno privato + cena + colazione per 1 notte, village Hassilabied (€ 54,00)
  • Skoura: Auberge Famille Benmoro camera per 1 notte con colazione, Taskoukamt Skoura (€ 28,80)
  • Marrakech: Riad Rose du Desert camera per 3 notti con colazione, 181 Arset Azoual Bab Doukala (€ 96,00)
  • Essaouira: Riad Dar Latigeo camera con bagno in comune per 2 notti con colazione, 10 Rue Abdessalam Laabadi (€ 46,40)
  • Rabat: Dar El Idrissi camera con bagno in comune per 2 notti, 133 Rue Souika Ancienne Medina (€ 52,00)
  • Chefchaouen: Casa Elias camera per 1 notte con colazione, 159 Avenue Hassan I (€ 32,40)
  • Valencia: Ibis Budget Aeropuerto camera per 1 notte con colazione, Camp de l’Olivereta Manises (€ 50,00)
nella medina di fes

On the road in Marocco: prima tappa Fes

GIORNO 1: partiamo da Pisa intorno alle 11 e dopo due ore puntuali atterriamo all’aeroporto di Fes. Prima dell’uscita, al ritiro bagagli, ci sono diversi stand che regalano la sim locale, così ne approfittiamo e la ricarichiamo direttamente lì, al costo di € 1,00 a Giga. Noi optiamo per 10 Giga a € 10,00. Usciamo dall’aeroporto con l’intenzione di prendere il bus per raggiungere il centro città, in quanto di gran lunga più economico del taxi. Ma dopo poco ci accorgiamo che non si vede l’ombra di nessun bus e complice il caldo, cediamo al taxi che ci porta fino all’ingresso della Medina a Bab Bou Jeloud (€ 10,00). Ci facciamo largo tra la folla della Medina e raggiungiamo il Riad in circa un quarto d’ora.

Lasciamo i bagagli e usciamo subito ad esplorare la città. Percorriamo una delle due strade principali che si inoltrano nel cuore del quartiere, Talaa Kebira, fino a raggiungere Place an-Nejjarine, dove si sviluppa il Souq dei carpentieri. Proseguiamo fino a Place as-Seffarine, la piazza degli artigiani che lavorano l’ottone, e torniamo verso la strada principale. Non trovando nulla di tipico nelle vicinanze, mangiamo un boccone da Nacho Mama (due piatti e due bibite € 15,00). Torniamo quindi nel nostro Riad per rinfrescarci e riposarci un po’ prima di uscire a cena. La sera torniamo all’ingresso principale della Medina, Bab Bou Jeloud e ceniamo da Jawarat Bab Boujloud sulla terrazza con una splendida vista sulla porta azzurra e la Medina sottostante (due tajine e due bibite € 18,00).

on the road in Marocco: Fes

GIORNO 2: dopo aver ammirato il levar del sole sulla terrazza del Riad e gustato una squisita colazione tipica iniziamo il nostro itinerario. Dal momento che il venerdì è il giorno sacro della preghiera, la maggior parte dei negozi sono chiusi, ma ci godiamo comunque la meraviglia della Medina. La prima tappa della giornata è la conceria Sidi Mousa, una struttura più piccola risalente all’XI secolo dove ancora oggi si lavorano le pelli. Continuiamo la nostra esplorazione con la visita della Medersa el-Attarine (€ 2,00), un’antica scuola coranica finemente decorata. Dopo la visita ci dirigiamo in Place R’cif dove ci riposiamo all’ombra mentre guardiamo un gruppo di bambini che gioca a calcio.

Recuperate le forze riprendiamo il nostro cammino e ci dedichiamo alla visita della conceria più grande della città, Chaouwara. Qui ammiriamo da una delle terrazze dei negozi artigianali il faticoso lavoro della concia delle pelli. Torniamo verso Talaa Kebira dove visitiamo la Medersa Bou Inania (€ 2,00), considerata la scuola coranica più bella di Fes. Proprio di fronte all’ingresso si trova anche il famoso orologio ad acqua, dove un tempo travi scolpite sostenevano ciotole in ottone tra le quali scorreva l’acqua per segnare le ore. Ci spostiamo vicino a Bab Bou Jeloud per pranzare da Chez Thami (due piatti e due bibite € 12,00).

on the road in Marocco: concerie di Fes

Dopo pranzo decidiamo di rilassarci un po’ e sfuggire dal caldo della Medina rifugiandoci nei giardini Jnan Sbil. Questi rigogliosi giardini appena fuori la Medina sono sicuramente una boccata d’aria fresca. Dopo la sosta torniamo alla porta azzurra dove prendiamo un petit taxi (€ 2,00) per raggiungere le Tombeaux des Mérinides. Le tombe di per sé versano in pessimo stato, ma da lassù si gode di una magnifica visuale sull’immensa Medina. Dopo aver ammirato il tramonto torniamo a piedi verso il Riad e la sera usciamo a cena al Riad Medina Social Club (due piatti e due bevande € 18,00).

Verso il deserto del Sahara

GIORNO 3: dopo aver fatto colazione ci dirigiamo in taxi (€ 10,00) verso l’aeroporto dove ritiriamo l’auto a noleggio. La destinazione finale della giornata è il campo tendato nel deserto del Sahara. Partiamo per il nostro on the road in Marocco e dopo poco più di un’ora ci fermiamo per una sosta a Ifrane per ammirare le bertucce che scorrazzano libere tra gli alberi. Ci rimettiamo in viaggio e all’ora di pranzo ci fermiamo a Midelt per un panino al sacco. Riprendiamo il viaggio tra strade tortuose e panorami mozzafiato fino a raggiungere le porte del deserto.

on the road in Marocco

Finalmente alle 18:00 dopo aver attraversato una tempesta di sabbia raggiungiamo il villaggio di Hassilabied. Qui comincia la nostra avventura nel deserto del Sahara. Con una jeep 4×4 raggiungiamo il campo base dei cammelli e iniziamo la traversata del deserto. In circa un’ora di “cavalcata” raggiungiamo il campo tendato dove ci rilassiamo con un tè alla menta. Ceniamo insieme agli altri ospiti con una meravigliosa cena tipica berbera e concludiamo la serata intorno al fuoco con musica e danze.

Leggi anche “Dormire in una tenda berbera nel deserto del Sahara

On the road in Marocco: tra verdi palmeraies e antiche kasbah

GIORNO 4: sveglia presto per assistere allo spettacolo dell’alba tra le dune rossastre del deserto. Dopo una magnifica colazione berbera, risaliamo in sella ai cammelli per tornare al villaggio. Riprendiamo l’auto e continuiamo il nostro on the road in Marocco tra verdi palmeraies e villaggi berberi. La prima tappa della giornata sono le Gorges du Todra. Si tratta di uno stretto canyon attraversato da un fiume, dove i locali passano i week end in famiglia. Pranziamo velocemente in uno dei locali all’inizio della strada e ci rimettiamo in viaggio. In un’ora arriviamo alle Gorges du Dadès e facciamo una sosta all’Hotel Restaurant Timzzillite da dove si gode una meravigliosa vista sulla famosa strada tortuosa che sale tra la gola. Ci rimettiamo in marcia e verso sera raggiungiamo l’albergo a Skoura, ceniamo (menù da tre portate € 10,00 a persona) e andiamo a dormire.

on the road in Marocco: Gorges du Todra

Direzione Marrakech

GIORNO 5: dopo la colazione berbera sul tetto, saliamo in macchina verso Ouarzazate. Qui visitiamo la Kasbah di Taourirt (€ 2,00). Proseguiamo il nostro itinerario on the road in Marocco verso Ait Benhaddou, un’enorme kasbah di mattoni crudi rossi dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Dopo la visita pranziamo al ristorante Tighramte (due piatti e due bibite € 12,00) e partiamo in direzione di Marrakech. Attraversiamo una meravigliosa strada montana fino a raggiungere il passo di Tichka a 2260 metri di altitudine e verso sera arriviamo a Marrakech. Lasciamo la macchina in un parcheggio custodito appena fuori le mura della Medina (€ 12,00 per tre giorni) e ci rilassiamo nel Riad. A cena usciamo a mangiare un hamburger da Beats Burger (due hamburger, due bibite e un caffè € 24,00).

GIORNO 6: dopo un’abbondante colazione, iniziamo l’esplorazione della città. Girovaghiamo nella Medina fino a raggiungere la celebre piazza Jemaa el-Fna. Proseguiamo verso l’imponente minareto della Koutoubia, per poi spostarci al Palais de la Bahia (€ 7,00). Un sontuoso edificio costruito dai migliori artigiani del Marocco ricoperto dal pavimento al soffitto da incantevoli decorazioni. Dopo la visita, ci dirigiamo nel souq delle spezie, dove giochiamo con i commercianti ad indovinare i vari aromi e profumi. Ci fermiamo poi lì vicino in una sorta di fast-food marocchino per un pasto veloce e molto economico (due panini e due bibite € 3,50).

souq delle spezie a Marrakech

Dopo pranzo ci dedichiamo alla visita delle Tombe dei Saaditi (€ 7,00). Si tratta di un lussuosissimo mausoleo costruito con marmo di Carrara e raffinati stucchi decorativi in oro puro. Passeggiando per i vicoli della Medina torniamo al Riad per rinfrescarci e riposarci. Più tardi usciamo in direzione piazza Jemaa el-Fna per assistere allo spettacolo del tramonto dalla terrazza de Le grand balcon du cafè Glacier (consumazione obbligatoria € 2,00). Dopo l’aperitivo con vista, scendiamo nella piazza per mangiare in uno dei numerosi banchetti (tre piatti e due bibite € 16,00).

GIORNO 7: iniziamo la giornata con la colazione e ci dirigiamo verso la Ville Nouvelle. Qui visitiamo i meravigliosi Jardin Majorelle (€ 7,00). Una villa finemente decorata di blu Majorelle e oltre 300 specie di piante, donata alla città da Yves Saint Laurent. Dopo la visita, torniamo nella Medina per esplorare il Dar Si Said (€ 3,00). Si tratta di un museo che racconta la storia locale e ospita una collezione di pregiati tappeti berberi. Inoltre è presente un meraviglioso giardino interno con fontane e decorazioni dove riprendere fiato e allontanarsi dal caos della Medina. Ci riposiamo un po’ nel Riad e la sera usciamo a cena in piazza Jemaa el-Fna (tre piatti e due bibite € 15,00). Concludiamo la giornata con un tè alla menta sulla terrazza del Cafe Kessabine Medina (€ 3,00).

piazza Jemaa el-Fna a Marrakech

Leggi anche “Itinerario di viaggio: on the road in Marocco (pt 2)

Se il nostro articolo ti è piaciuto non dimenticare di lasciare un commento o condividere sui social. A presto!

No Comments Found

Leave a Reply