Europa Spagna

Mangiare in Andalusia: 4 tapas bar e ristoranti da non perdere

mangiare in andalusia

Una delle cose che più ci affascinano durante un viaggio è sicuramente la cucina del luogo che andremo a visitare. Amiamo scoprire le culture attraverso i piatti locali e la tradizione culinaria che si tramanda da generazioni. E mangiare in Andalusia è un vero piacere, non solo per il palato. Perfetta fusione tra tradizione contadina e marinara, la gastronomia andalusa racchiude l’essenza di una terra antica, crocevia di popoli e tradizioni. Qui, la freschezza dei sapori mediterranei si mescola sapientemente all’intensità speziata della tradizione gastronomica araba per dar vita a piatti colorati, audaci e sempre sorprendenti. Se come noi, amate la cucina spagnola, scorrete l’articolo per scoprire cosa mangiare in Andalusia e in quali tapas bar.

Leggi anche “Mercato coperto in Spagna: una lunga tradizione

Cosa mangiare in Andalusia: le specialità

Gazpacho, Salmorejo e Ajoblanco

Il gazpacho è sicuramente il piatto più famoso e rappresentativo da mangiare in Andalusia. Si tratta di una ricetta estiva che consiste in una zuppa fredda il cui protagonista è il pomodoro, a cui si aggiungono peperoni rossi e verdi, cetrioli, cipolla, mollica di pane raffermo, aceto, olio d’oliva, aglio, sale e pepe. Secondo la tradizione, questa zuppa, dalla consistenza liquida, si serve in un bicchiere e si consuma bevendola.

Altro piatto andaluso, ma tipico di Córdoba, è il salmorejo, una variante del gazpacho. La maggiore aggiunta di pane, la rende una zuppa dalla consistenza cremosa, servita con uovo sodo, pezzetti di prosciutto iberico e pane fritto. Il salmorejo si mangia con il cucchiaio.

La cucina andalusa, offre anche una versione bianca del più tradizionale gazpacho. Si tratta dell’ajoblanco, una zuppa fredda, tipica di Malaga. Preparata con pane raffermo, mandorle pelate, aglio, acqua e olio di oliva, è spesso servita con uva e melone, per esaltarne il gusto. È una ricetta che trova un particolare equilibrio tra il dolce e il salato, in base alle proporzioni scelte tra i vari ingredienti.

Mangiare in Andalusia - gazpacho, polpette e tortilla de patatas

Rabo de toro

La coda di toro, o meglio rabo de toro, è una specialità a base di carne, tipica della tradizione culinaria andalusa. Si tratta di uno stufato di carne molto saporito e semplice da preparare, cucinato con carote, cipolle e pomodori accompagnato da patate fritte. La consistenza gelatinosa che acquisisce la coda del toro, la salsa densa ben speziata e il profumo intenso del vino, lo rendono una magnifica specialità culinaria. Il piatto assume molte sfumature di sapori a seconda del vino utilizzato per la cottura e del tempo necessario a farlo riposare: secondo la tradizione, infatti, non va mai servito appena cotto, ma deve riposare per almeno due ore.

Pescaíto frio

Il pesce fritto è uno dei comfort food da mangiare in Andalusia. Calamari, alici, seppie, sarde, gamberi e merluzzetti sono solo alcune delle numerose varietà di pesce utilizzato per la preparazione della tipica frittura andalusa. Il litorale che percorre la regione fa sì che il pesce sia protagonista un po’ ovunque, anche nelle località dove di fatto il mare non c’è.

Uova alla flamenca

Le uova alla flamenca sono un piatto saporito e colorato, originario di Siviglia, servito nella tipica ciotola di terracotta. Si tratta di una ricetta che può essere presentata sia come tapa che come portata, e consiste in uova accompagnate da piselli, prosciutto, salsicce, pomodoro e patate fritte. Per i suoi colori questo piatto ricorda i vestiti delle ballerine di flamenco, da cui ne deriva il nome. I nuovi gusti, costumi e prodotti hanno finito per mettere da parte questo popolarissimo tipo di tapa, ma nonostante ciò è ancora possibile gustarlo in molti locali tradizionali, dove continua a essere uno degli intramontabili e appetitosi riferimenti della memoria culinaria sivigliana.

Tapas bar

Pata negra

Se c’è una specialità da mangiare in Andalusia assolutamente è senza ombra di dubbio sua maestà il Pata Negra, o Jamón Ibérico. L’Andalusia infatti, è una delle regione spagnole più importanti quando parliamo di prosciutto ibérico. E non a caso accompagna la maggior parte delle ricette della gastronomia del territorio. Che sia servito come tapa, raciòn o montadito, è sempre una vera delizia per il palato.

Ma non confondiamoci: Jamón Serrano e Jamón Ibérico sono due tipi di prosciutto totalmente diversi. Una delle differenze consiste nella razza del maiale. Il jamón serrano si produce con una razza di maiale bianco, la zampa di questo prosciutto è bianca. Il jamón ibérico, o Pata Negra, invece, si produce con un tipo di maiale che è di colore nero. Ecco perché si chiama anche Pata Negra: la zampa è di colore nero.

Un’altra importante differenza sta nell’alimentazione dell’animale. Il maiale bianco è alimentato generalmente con mangime a base di cereali. Mentre il maiale nero ha tre alimentazioni differenti, in base alla zona e alla tipologia di prosciutto che si vuole produrre. Per il Bellota, durante i primi mesi di vita, il maiale si alimenta di latte materno e mangime all’interno delle fattorie. Poi, a 10 mesi quando pesa circa 100 kg, si porta alla dehesa, un tipo di bosco caratteristico dell’Andalusia, dove si trova la quercia, che dà come frutto la bellota (ghianda). Per il Cebo de Campo, invece, il maiale si alimenta con erba e mangime all’interno di installazioni totalmente o parzialmente scoperte. Infine, per il Cebo, il maiale dispone solo di 2 m quadri di superficie e si alimenta solo a base di mangime.

Pata negra nei mercati spagnoli

Croquetas

Altro piatto tipico che sicuramente si trova su ogni tavola andalusa, sono le croquetas. Come si può intuire dal nome si tratta di crocchette, ma non assomigliano per niente a quelle italiane di patate. Sono infatti, crocchette con una base di besciamella che possono essere farcite con tantissimi ingredienti diversi: carne, pesce, verdure, salumi, formaggi, frutta secca. Pensate a un ingrediente e sicuramente esisterà la versione croquetas! Le più tipiche comunque, sono las croquetas de jamón (prosciutto) e las croquetas de puchero (carne del “bollito andaluso”).

Tortilla de patatas

Ultima, ma non per importanza, è la famosissima tortilla de patatas, una ricetta che si trova in tutti i tapas bar e ristoranti dell’Andalusia e dell’intera Spagna. Si tratta di una frittata di patate, con o senza cipolla. La si può ordinare intera, come portata principale, o come tapa, così da averne una piccola porzione, ma anche come ripieno del bocadillo. Una tortilla de patatas ben fatta è la regina di ogni tavola andalusa che si rispetti.

Leggi anche “Cosa e dove mangiare a Madrid: pinchos e bocadillos

Dove mangiare in Andalusia: 4 tapas bar e ristoranti

Bodegas Castañeda a Granada

Nel cuore di Granada, a due passi da Plaza Nueva, si trova la bottega emblema della città, dal 1927: la Bodegas Castañeda. Si tratta di una taverna tradizionale decorata con lanterne ed elementi dal tipico stile andaluso, oltre a barili, bottiglie, prosciutti appesi e il busto di un imponente toro. Qui è possibile gustare tapas, ma anche squisiti taglieri di salumi e formaggi iberici (tra i più buoni di sempre!) e portate principali a base di succulenta carne. Il tutto innaffiato da una combinazione di vini andalusi dolci e secchi e dal tradizionale vermut, un vino liquoroso aromatizzato molto diffuso in Andalusia. Una tappa imperdibile per assaporare la tradizione culinaria del territorio.

Mangiare in Andalusia - Granada

Bodega Bar El Pimpi a Málaga

A pochi passi dalla piazza principale del centro storico di Malaga, all’interno di un antico palazzo signorile del XVIII secolo, si trova El Pimpi, uno dei bodega bar più longevi della città, inaugurato nel 1971. Si tratta di un ristorante, quindi, scordatevi le tapas e preparatevi a immergervi in una vera e propria esperienza del gusto a 360 gradi. Il menù propone sia piatti a base di pesce che di carne, oltre ad antipasti tipici della tradizione e una pregiata ed esclusiva selezione di salumi iberici. Vi consigliamo di preferire le portate di carne: su qualsiasi piatto ricadrà la vostra scelta, il successo è assicurato.

Ma se proprio volete andare sul sicuro, allora ordinate il solomillo ibérico a la parrilla con salsa de mostaza, si tratta di un morbidissimo controfiletto di maiale alla piastra che si scioglie in bocca, con una crosticina croccante, accompagnato da verdure e una superba salsa alla senape. Dite la verità, avete l’acquolina in bocca? Meritano anche una menzione speciale i dolci: in particolare la tarta tres chocolates, una torretta a strati, ognuno con un cioccolato differente, accompagnata da un bicchiere di vino dolce offerto dalla casa. Il tutto ovviamente, innaffiato da un buon rosso corposo della zona.

Mangiare in Andalusia - Malaga

El PImpi non è solo un luogo dove gustare ottimi cibi e vini locali ma, soprattutto, dove apprezzare appieno la cultura e le tradizioni del sud della Spagna. Rappresenta una delle migliori destinazioni culinarie e culturali di Malaga e sicuramente è un simbolo della città, sia per i malagueños che per i visitatori di passaggio, ma anche per le celebrità spagnole. Infatti, è il luogo prediletto di personalità del mondo del flamenco, della politica e delle arti: come la Famiglia Picasso, Carmen Thyssen o Antonio Banderas. Le loro testimonianze sono impresse sulle botti che decorano la sala.

Il nome prende ispirazione dal “Pimpi“, un personaggio locale di Malaga che aiutava gli equipaggi e i passeggeri delle navi che arrivavano ai moli della città. In poco tempo, queste figure erano diventate le prime guide turistiche di Malaga, famose per il loro servizio e il buon umore. E il ristorante è proprio così: ti guida attraverso i sapori e gli aromi della cultura andalusa, con un servizio impeccabile e il tipico calore spagnolo, in una cornice unica nel suo genere.

La Gorda te da de comer a Cadiz

Già il nome è tutto un programma: La Gorda te da de comer, la signora grassa ti dà da mangiare. Questo piccolo e informale tapas bar si trova tra gli intricati e vivaci vicoli del barrio di Cadice. Fondata nel 1992, La Gorda te da de comer offre tapas semplici in un’atmosfera rilassata, conviviale, familiare e a prezzi molto accessibili. L’ambiente è molto colorato e allegro, il servizio rapido e le porzioni abbondanti, nonostante siano tapas. Non è particolarmente frequentato da viaggiatori, ma ci è stato consigliato dalla nostra host che non ha sbagliato un colpo: prima con l’ottimo cibo e poi con l’incredibile spettacolo di flamenco! La proposta culinaria è ampia e variegata: dal pesce fritto, alle specialità a base di baccalà, dai formaggi saporiti, alla carne marinata, fino alle ottime patatas bravas. Lo consigliamo vivamente per godersi una cena senza fronzoli, ma di qualità.

Mangiare in Andalusia - Cadiz

Tapas Bar El Rinconcillo a Siviglia

L’ultimo locale da inserire nella lista dei luoghi in cui mangiare in Andalusia è certamente El Rinconcillo. Fondato nel 1670, detiene il titolo di tapas bar più antico di Siviglia. Nel 1858 la famiglia De Rueda (attuale proprietaria di questo luogo magico) acquistò la proprietà situata al n. 40 di Via Gerona, che in origine era un’antica osteria. Anni dopo, nel 1897, acquistò una nuova casa al n. 2 di via Alhóndiga, collegata all’altra. La forma attuale di El Rinconcillo deriva da queste due case collegate: la prima con funzione di taverna, la seconda invece, era utilizzata come corner shop. Questa disposizione è rimasta invariata fino agli anni ’60, quando i corner shop hanno iniziato a scomparire ed entrambe le case hanno iniziato a fungere da taverna, così come la conosciamo oggi.

La famiglia De Rueda ha preservato l’essenza originale di El Rinconcillo nel corso delle generazioni e questo luogo è diventato l‘angolo più popolare di Siviglia senza cambiare di una virgola il suo aspetto originale. Proprio come le colorate decorazioni che incorniciano l’ingresso da oltre 300 anni.

Qui è possibile assaporare la più tradizionale cucina sivigliana, in un ambiente unico, che ha fatto la storia. Si possono gustare deliziose tapas accompagnate da vini andalusi, sull’antico bancone da bar in mogano e sui tipici tavoli da botte andalusi. La scelta è ampia, dalla carne al pesce, dai salumi alle verdure, ma vi consigliamo assolutamente di provare le incredibili tartare di tonno e salmone!

Mangiare in Andalusia - Siviglia

Se il nostro articolo ti è piaciuto, non dimenticare di lasciare un commento o condividere sui social. A presto!

No Comments Found

Leave a Reply