Italia Toscana

Palazzuolo sul Senio, un borgo da scoprire

La zona del Mugello si trova in Toscana, pochi chilometri a nord di Firenze. Si presenta al visitatore come una grande distesa verde attraversata dal fiume Sieve. Ma il paesaggio del Mugello è vario e incontaminato; si susseguono vallate dominate da prati rigogliosi, le dolci colline tipicamente toscane e le aree di montagna dell’Appenino tosco-romagnolo. In questo territorio suggestivo hanno luogo anche alcuni borghi storici di impronta medioevale. Tra i comuni della zona, spicca fra tutti Palazzuolo sul Senio, un borgo al confine con l’Emilia-Romagna.

Palazzuolo sul Senio: Villaggio ideale d’Italia

Questo incantevole comune incastonato tra i monti dell’Appenino è un’oasi di pace, dove entrare in punta di piedi per non rovinare il cima di tranquillità che regna sovrano. Non a caso, la rivista Airone, qualche anno fa, nominò il comune “Villaggio ideale d’Italia“.

Le vie del borgo di Palazzuolo sul Senio

Oltre questa prestigiosa nomina, nel 2018 Palazzuolo sul Senio è stato inserito tra i Borghi più belli d’Italia. Il paese è circondato da boschi e castagneti, in una gola montana verde. Qui non esistono aziende inquinanti e la gente locale vive dei frutti della terra e del turismo verde.

Infatti da qualche tempo, Palazzuolo sul Senio è diventato una meta turistica per gli amanti della natura. Nelle vicinanze sono disponibili numerosi percorsi di qualsiasi difficoltà per gli appassionati di trekking, mountain bike, escursioni a cavallo e anche per chi predilige le due ruote.

Palazzuolo sul Senio oltre ad essere un’oasi naturalistica è anche apprezzato da chiunque per l’eccellente cultura gastronomica che prende ispirazione sia dalla cucina toscana che da quella romagnola. Oltre a tortelli di ricotta e patate, cappelletti, tagliatelle, cacciagione, formaggi e frutti del sottobosco (funghi e tartufi), il comune è rinomato per il suo prodotto d’eccellenza: il marrone IGP del Mugello.

Mugello - Il mercatino durante la sagra

A tal proposito, a cavallo dei mesi di ottobre e novembre si svolge la tipica sagra del “Marrone e dei frutti del sottobosco“. Tutte le domeniche nella piazza centrale del paese viene allestito il mercatino dei profumi d’autunno, una mostra mercato dove i prodotti tipici della gastronomia locale vengono esposti, venduti e degustati. Nel resto delle vie del borgo si svolge la fiera paesana, accompagnata dal mercatino dell’artigianato, stand gastronomici, musica e folklore.

Leggi anche “Cantine in Val d’Orcia: le migliori da non perdere

Se il nostro articolo ti è piaciuto non dimenticarti di lasciare un commento o condividere sui social. A presto!

No Comments Found

Leave a Reply