Mondo Vietnam

Il giardino dell’Eden vietnamita: Tam Coc

Il Vietnam è sicuramente uno dei Paesi dove abbiamo lasciato un pezzo del nostro cuore. Dalle montagne, al mare, ai fiumi, alle vecchie città, ogni angolo di questo paese del Sud-est Asiatico, ti rapisce e ti fa innamorare perdutamente. Il nostro percorso è iniziato dalla splendida capitale Hanoi, dove abbiamo apprezzato soprattutto la tranquillità che si respira attorno al lago Hoan Kiem (se volete scoprire di più su questo luogo magico ecco il nostro articolo Il Lago Hoan Kiem: un’oasi di pace nel traffico di Hanoi). Da qui in circa due ore di macchina o treno è possibile raggiungere l’ennesima meraviglia che ci ha riservato il Vietnam: Tam Coc.

Tam Coc: la “Halong terrestre”

Tam Coc è un piccolo villaggio che si trova nella provincia di Nihn Binh, nel Vietnam centro-settentrionale. Questa regione incastonata nel delta del Fiume Rosso, è ricca di risaie, grotte, corsi d’acqua e templi. Per il suo aspetto è definita da molti la “Halong terrestre”, in quanto le rocce calcaree che si innalzano dalle risaie e svettano verso il cielo ricordano molto le conformazioni rocciose della Baia di Halong. Nonostante sia una meta conosciuta ai più, fortunatamente non è ancora stata presa completamente da assalto dai turisti. È un luogo che merita sicuramente una visita approfondita, in quanto qui si può respirare la vera vita rurale del popolo vietnamita che pare essersi fermata nel tempo.

L'escursione in barca tra le grotte
L’escursione in barca tra le grotte

Il modo migliore per apprezzare questo spettacolo naturale è un’escursione in barca lungo le rive del fiume Ngo Dong a Tam Coc. A bordo di imbarcazioni a remi, si percorre il corso d’acqua, attraversando risaie, grotte e verdi affioramenti calcarei. Le imbarcazioni sono guidate da simpatiche donne che hanno l’abitudine di manovrare i remi usando i piedi. Il tragitto dura circa due ore, immersi nella natura, lontano dal caos delle città, e cullati dal rumore dei remi che si immergono nell’acqua. Le barche trasportano due persone e il costo del biglietto è di 120’000 dong a persona più 150’000 dong per l’imbarcazione. Alla fine dell’escursione molto probabilmente, la donna che conduce la barca chiederà una mancia, è buona abitudine lasciare qualcosa per ringraziarla della fatica.

Il momento migliore per visitare il luogo e godere delle sue bellezze è il primo mattino, quando ancora sono pochi i visitatori e l’area è più tranquilla. Un’altra esperienza da fare assolutamente a Tam Coc, è noleggiare una bicicletta per pochi dong ed esplorare la zona circostante in lungo e in largo. In questo modo è possibile respirare a pieni polmoni la vera essenza del Vietnam, pedalando attraverso piccoli villaggi rurali, risaie, canali e paesaggi mozzafiato.

Pedalando nel villaggio di Tam Coc
Pedalando nel villaggio di Tam Coc

Nei dintorni: Hoa Lu, l’antica capitale

Qualche chilometro più a nord di Tam Coc, si trova Hoa Lu, l’antica capitale del Vietnam ai tempi della dinastia Dinh. Purtroppo la maggior parte della cittadella è in rovina, ma è possibile visitare il tempio Dinh Tien Hoang (10’000 dong), dedicato appunto alla dinastia Dinh. Questo speciale complesso storico-culturale attira per lo più turisti vietnamiti che vengono a contemplare e omaggiare l’antico imperatore. Il magnifico e maestoso palazzo è circondato da montagne rocciose a forma di arco, paesaggi spettacolari e numerosi laghetti che infondono un senso di calma e tranquillità. Passeggiare per le stradine di questa antica cittadella, è un’esperienza unica che permette di riscoprire la storia del Paese e la cultura millenaria del popolo vietnamita.

L'ingresso all'antica capitale Hoa Lu
L’ingresso all’antica capitale Hoa Lu

Se il nostro articolo ti è piaciuto non dimenticare di lasciare un commento o condividere sui social. A presto!

No Comments Found

Leave a Reply